Sportello Unico

   Riduci
A partire dal mese di Settembre 2007 è in vigore lo Sportello Unico degli Enti Locali della Valle d'Aosta, uno strumento per semplificare le procedure per il rilascio delle autorizzazioni necessarie per l'attivazione e la trasformazione delle attività produttive nel territorio della Valle d'Aosta.
per ulteriori informazioni: www.sportellounico.vda.it


Come usare lo Sportello
In questa sezione sono sinteticamente illustrati il campo di applicazione delle funzioni autorizzative dello Sportello e le modalità con cui l’impresa può inoltrate la richiesta sulla base di quanto stabilito dalla legge regionale n. 11 del 9 aprile 2003.
L’attività attuale dello Sportello è limitata ad alcuni procedimenti autorizzativi: l’elenco è consultabile in Autorizzazioni gestite dallo sportello
Progressivamente l’attività dello Sportello sarà ampliata sino ad accogliere in una gestione unificata tutte le procedure per le concessioni e autorizzazioni sulle attività produttive, comprese quelle relative alle operazioni edilizie.
Lo Sportello Unico nasce per seguire gli interventi di: localizzazione, realizzazione, ristrutturazione, ampliamento, cessazione, riattivazione dell'attività produttiva e riconversione dell'attività produttiva eseguiti negli impianti produttivi di beni e servizi. 
Lo Sportello si occupa anche dell'esecuzione di opere interne ai fabbricati adibiti ad uso di impresa.
Lo Sportello Unico riceve una sola richiesta che raccoglie e sostituisce tutte le domande prima necessarie per realizzare un intervento, per quanto complesso, all'interno di un'attività produttiva di beni o servizi.
È quindi compito dello Sportello verificare la completezza della documentazione presentata, richiedere e raccogliere i pareri di competenza dagli Enti coinvolti, e rilasciare l'autorizzazione finale, che sostituisce tutte le autorizzazioni precedentemente necessarie.
La richiesta allo Sportello Unico può essere fatta con:
- Procedimento semplificato (articolo 11 della legge regionale n.11/2003);
- Procedimento mediante autocertificazione (articolo 12 della legge regionale n.11/2003);
- Collaudo (articolo 15 della legge regionale n.11/2003)
La domanda allo Sportello Unico è composta da tre parti:
1. la domanda unica rivolta alla Struttura Unica di Sportello contenente i dati anagrafici dei soggetti che intervengono nella richiesta e le indicazioni di ciò che si intende realizzare;
2. i moduli e le dichiarazioni relative alle diverse tipologie di interventi;
3. gli allegati contenenti la documentazione per richiedere gli atti istruttori agli Enti competenti.
Per presentare correttamente e senza perdite di tempo una domanda allo Sportello Unico bisogna:
- verificare cosa occorre fare e quale requisiti è necessario possedere per poter realizzare l'intervento progettato; si deve valutare ogni aspetto: urbanistico edilizio, igienico-sanitario, di tutela dell'ambiente e di sicurezza, ecc... E' possibile consultare la sezione come far per... oppure prendere un appuntamento con gli operatori dello Sportello Unico per analizzare l'intervento progettato e definire tutti i moduli e gli allegati da presentare: vedi sezione contatti;
- compilare la domanda unica e i vari moduli specifici;
- preparare gli allegati alla domanda predispondendo la documentazione tecnica richiesta, nel numero di copie indicato;
- portare o spedire allo Sportello Unico la domanda e la documentazione allegata; quando vengono richiesti interventi complessi è consigliabile fissare un appuntamento.

 




Torna al menù di accesso rapido